Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Destra’ Category

 

080125_diliberto.jpg

PdCI Ufficio Stampa

Roma 25 gennaio 2008

Siamo stati purtroppo buoni profeti. Il governo cade da destra per mano delle defezioni di Mastella e Dini, dietro pressione dei poteri forti. Ma non puo’ sottacersi che una delle cause delle cadute del governo e’ stata la scelta del Pd, che aveva dichiarato conclusa fin d’ora l’esperienza della nostra alleanza. Ringraziamo Romano Prodi e ci dichiariamo indisponibili a qualunque soluzione che snaturi la nostra coalizione nessun governo istituzionale, tecnico, di larghe intese o di altra natura ma elezioni anticipate immediate.

Annunci

Read Full Post »

Mentre un Ministro arrapato sforna un decreto di espulsione per stranieri, e il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso rimprovera l’Italia per non aver mai chiesto i fondi messi a disposizione per l’integrazione: «Noi abbiamo messo in campo strumenti finanziari e normativi. Il fondo sociale europeo prevede programmi specifici per l’integrazione della comunità rom. In totale abbiamo già stanziato 275 milioni di euro e in più dato sessanta milioni a Bulgaria e Romania per questo obiettivo nella strategia di pre-adesione. Per la Spagna sono stati pagati 52 milioni di euro, per la Polonia 8 milioni e mezzo, per la Repubblica Ceca oltre 4 milioni, per l’Ungheria quasi un milione» fondi che secondo Barroso l’Italia mai ha richiesto, a Bergamo si organizzano dei quasi “quadroni della morte” che pestano regolarmente immigrati di colore assieme a carabinieri e polizia municipale. Cosa fa il ministro? Per fortuna ci sono la Magistratura ed i poliziotti onesti. Per la cronaca i pestatori del venerdì sono stati incriminati in 21. Non pochi per ridar vita alle squadracce fascisto-padane.

Read Full Post »

Dini ADN KRONOSQuando l’Italia era un paese serio e seguiva la sua Costituzione nello spirito e non solo leggendo le parole anche i Partiti erano una cosa seria. Quelli storici dell’Arco costituzionale, si diceva così, avevano fatto tutti la guerra di liberazione chi con più perdite, i Comunisti, chi con meno, ma sempre tante e sanguinose. C’era anche il MSI che seppure estraneo all’Arco aveva la sua organizzazione, gli iscritti e gli attivisti (anche piuttosto attivi specie se avevano in mano un bastone o un manganello). Ma era tutto una cosa piuttosto seria. Case del popolo, Sedi, sezioni, tesserati, parrocchie ed Oratorii erano la “macchina” ricca o povera, pomposa o semplice che mandava avanti organizzazioni che potevano vantare questo nome che ti potevano raccogliere un milione di persone come niente, che avevano, migliaia o centinaia di migliaia (pensiamo alla FGCI) se non milioni di iscritti. Oggi basta un vecchio marito di una matura ereditiera, magari anche condannata per certi imbroglietti, ed un paio di amici e cosa si fa? Un partito: nella specie i liberaldemocratici che non si sa bene cosa siano eccetto che visceralmente anticomunisti ed una rottura di palle Per Prodi che al senato deve combinare il pranzo con la cena. Uno di costoro si chiama Lamberto Dini e so chi è, almeno credevo di saperlo, gli altri non li ho trovati nemmeno su un informatissimo blog che mi sono peritato di consultare. Hanno una caratteristica: minacciare e avere una paura folle dei comunisti che quasi ti dà l’impressione che da bambini siano stati sodomizzati o da Lenin o dal più cattivo Stalin e perciò nutrano un rancore molto radicato. (altro…)

Read Full Post »

Bagarre del centro destra per la sentenza sul Generale Speciale, e ce ne sono i motivi. Ma può un comandante inquisito dalla magistratura ordinaria e da quella contabile ritornare sul luogo del delitto?

 

Molto improbabile il ritorno di Speciale al comando della GdF e per vari motivi, nonostante le smargiassate dell’altro ufficiale, «domani torno ad assumere il comando» e non tanto perché sull’ argomento frenano i suoi legali quanto, piuttosto, perché se quell’incarico lo dovesse riassumere ne sarebbe immediatamente sospeso per le note vicende giudiziarie. E’ vero che la sospensione sarebbe facoltativa e decisa dal cda, ma come si farebbe, e con quale giustificazione, a tenere a capo della GdF proprio colui che è sotto inchiesta da parte di due magistrature per vari reati e spreco del pubblico danaro –per il quale sarà chiamato al risarcimento- ? Sono i filmati ufficiali della stessa GdF a riprendere le gite del generoso generale con mezzi di stato (elicotteri ed aerei) con amici e mogli degli amici. Nel delirio d’onnipotenza l’uomo non ha badato che per ogni movimento c’era un ordine e per ogni volo “un piano”. E così la magistratura si ritrova in mano documenti inoppugnabili delle gite del Generale e dei suoi sodali. Gite anche religiose se se ne va a visitare San Pio da Petralcina come annotano gli implacabili registri delle operazioni. Forse Visco è stato davvero ingenuo a cadere nella trappola e ha ragione Di Pietro a dire che sono stati sbagliati i modi e le procedure e la Finocchiaro a riconoscere gli errori, ma 45 voli illegittimi vorranno dire qualcosa se la Corte dei Conti (dove un governo fessacchiotto lo voleva nominare mandando il lupo a controllar gli agnelli). Comunque difficilmente la cagnara degli amici della destra riporterà Speciale al suo precedente incarico. E’ un generale dell’Esercito e dovrebbe prima rientrarvi, poi è in pensione e poi che farebbe la magistratura inquirente se mettessero proprio lui nella “possibilità” di inquinare le prove? Accetterebbero gli Italiani?

Read Full Post »

Con una dichiarazione di Oliviero Diliberto

Probabilmente, e ce lo auguriamo perché in caso contrario occorreranno presidi ben più forti di quelli dell’interpretazione veltroniana : «forse è il riconoscimento di una sconfitta annunciata», Berlusconi non sa nemmeno di cosa parla. Ma lo intuisce, da populista qual’ è, ed inconsciamente lo desidera, stando alle farneticazioni dei sette milioni di firme, di indire le elezioni, di diventare il nuovo Principe. Il Führerprinzip è il suo scopo inconscio che si manifesta nella nuova formazione del “Partito del Popolo”, nato in provetta – come dice Ronconi dell’Udc – ma che a noi ricorda tanto il volksgeist della teoria del capo elaborata da Carl Schmitt in cui lo “spirito del popolo” si identifica nella volontà del capo. (v. Pietro Ciarlo, mitologie dell’indirizzo politico e identità partitica , Liguori, NA,1988). (altro…)

Read Full Post »

Grauso accusa Cipriani «voltagabbana di gomma

È ufficiale: i quotidiani E-Polis sono «lo strumento d’informazione» dei Circoli del Buon Governo costituiti da Marcello Dell’Utri. Non è gossip, un’indiscrezione o un’ipotesi generica. Bensì un dato di fatto, formalizzato domenica dall’editore Alberto Rigotti (ha comprato i due terzi di E-Polis da Nicola Grauso) nella convention a Montecatini, dove Dell’Utri ha presentato la sua formazione. Reazione durissima di Grauso: verso Rigotti ma anche contro il direttore Antonio Cipriani, accusato di comportarsi come un servile voltagabbana. [ di Giorgio Melisleggi l’articolo ]

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog. Non sono consentiti: – messaggi non inerenti al post – messaggi anonimi (cioè senza nome e cognomeo con indirizzo fasullo) – messaggi pubblicitari – messaggi con linguaggio offensivo – messaggi che contengono turpiloquio – messaggi con contenuto razzista o sessista – messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.) – messaggi che contengano la conta dei morti – messaggi copincollati perché è sufficiente segnalare il link Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi. La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Read Full Post »

grenada_1.jpg

di Carlo Dore jr. *

La festa organizzata da alcuni militanti dell’UDC per celebrare la rinnovata armonia che sembra al momento regnare tra le varie componenti della CDL ha costituito l’occasione che Berlusconi attendeva per scatenare una nuova invettiva contro il Governo – Prodi e la maggioranza che lo sostiene. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »