Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Scienza e Arte’ Category

APPELLO DI SOLIDARIETÀ CON I COLLEGHI (E GLI STUDENTI) DELLA “SAPIENZA” DI ROMA

A proposito dei fatti relativi alla rinuncia di papa Benedetto XVI alla visita e al discorso all’Università Sapienza di Roma, in occasione della solenne inaugurazione dell’anno accademico, i sottoscritti, docenti, ricercatori e studiosi in formazione negli atenei italiani e nelle altre istituzioni scientifiche, esprimono la più ferma e convinta solidarietà ai colleghi sottoposti nelle ultime giornate a un linciaggio morale, intellettuale e persino politico, senza precedenti. Noi firmatari di questo Appello di solidarietà affermiamo che ci saremmo comportati come i 67 docenti della Sapienza, in nome della libertà della ricerca e della scienza. Se essi sono “cattivi maestri”, come più d’uno li ha bollati, ebbene, lo siamo anche noi. L’invito al papa in occasione dell’apertura dell’anno accademico costituisce offesa al sapere scientifico, ovvero un esecrabile cedimento nei confronti di un preteso principio d’autorità. I colleghi della Sapienza, lungi dall’“impedire al papa di parlare” hanno semplicemente contestato l’opportunità di far inaugurare l’anno accademico – ossia il momento più solenne nella vita di un ateneo – da un capo religioso, e nel contempo capo di Stato straniero, confessionale. Tanto più che trattasi di un papa che ha espresso in reiterate occasioni l’idea che la ragione non possa che essere subordinata alla fede, la scienza alla religione, e ha assunto gravi prese di posizione che, mentre smantellano la Chiesa del Concilio Vaticano II, costituiscono continue, pesanti ingerenze nella sfera delle istituzioni politiche nazionali, dalle quali non sono giunte, generalmente, le opportune risposte. In ogni caso, la protesta dei colleghi non contro Benedetto XVI era diretta, ma innanzi tutto contro l’autorità accademica che ha commesso la leggerezza di invitare un’autorità religiosa a una cerimonia che deve essere rigorosamente laica; tanto più sbagliato, il gesto del rettore della Sapienza, in quanto ormai l’Italia è un Paese multietnico e multireligioso e ciò nonostante un regime concordatario, obsoleto anche nelle sue revisioni, che continua a privare le scuole pubbliche non universitarie della possibilità di un approccio comparativo al mondo delle religioni assegnando invece la priorità esclusiva all’insegnamento della religione cattolica. E il papa di Roma rappresenta soltanto una parte dell’opinione pubblica, anche di quella aderente a una fede religiosa. Si aggiunga l’atteggiamento di vera e propria subalternità mostrata dalle autorità accademiche, di concerto con quelle ecclesiastiche, e dal coro mediatico che ne ha accompagnato le scelte: inaccettabile, ovviamente, era la pretesa che a Ratzinger fosse riservata una zona franca, in cui le espressioni di dissenso dovessero essere impedite, quasi forme di delitto di lesa maestà. Noi sottoscritti, davanti alla campagna mediatica in atto, esprimiamo la più vibrata protesta e la più ferma preoccupazione per le parole che abbiamo letto e ascoltato in questi giorni, in un penoso unanimismo di testate giornalistiche e di forze politiche. Ci impegniamo, accanto ai colleghi della Sapienza e di tutti gli studiosi e gli studenti che con rigore e passione lavorano, e studiano, nelle istituzioni universitarie e scientifiche italiane, a lottare, con la fermezza e la costanza necessaria – ben oltre questo episodio – perché venga salvaguardato, in un Paese che sembra voler pericolosamente regredire all’epoca del “papa re”, la libertà della ricerca scientifica, in ogni ambito, da ipoteche fideistiche e da nuovi e vecchi princìpi d’autorità.

Torino, 16 gennaio 2008 Angelo d’Orsi (prof. Storia del pensiero politico, Università di Torino)

Entra qui per firmare la petizione

Annunci

Read Full Post »

arteggiati_copertina.jpg

«Oggi 12 Novembre 2007 Gli Arteggiati dipartimento artistico culturale dell’Associazione Nilde Jotti con l’appoggio della Sezione Togliatti della Federazione del Pdci di Cagliari, posano la prima pietra sulla quale si costruirà MercanteggiArte, mostra mercato artistico artigianale che si svolgerà stabilmente con cadenza settimanale, nella sede della Sezione Togliatti in Via Buragna, 20 a Cagliari». Così il blog degli Arteggiati poneva le premesse per l’ odierna inaugurazione di una mostra-mercato a Cagliari. Piccoli oggetti di artigianato , dagli anelli – apprezzatissimi – in rame intrecciato, alle pipe. Che potevi vedere nell’atto della loro creazione con radica di noce, ai quadri, agli originali “bruciaincenso” realizzati con canna palustre e fantasmagoricamente colorati. Una sezione di piccoli “presepe” in sughero, miniaturizzati, ma completi in tutti i particolari, un settore di dipinti “naif”. Immancabili gli oggetti – miniaturizzati- dell’artigianato tradizionale, come piccole passapanche, taglieri ed il “sole” (onnipresente) con piccole culle in legno quasi “zane” che ci potevi mettere un pupetto di fantasia. Ospite della serata Nora Uda, segretaria della sezione Togliatti, a fianco dell’organizzatore Danilo e del curatore del sito dell’Associazione Gianfranco Ghironi. Vasta la presenza della federazione di Cagliari, da Maria Demurtas della Direzione nazionale del Pdci, all’Assessora Maria Carla Floris, al segretario Littarru. Scintillante la presenza della attrice e cantante Elena Pau (incantata dagli anelli arzigogolati in fili di rame) pure del Comitato Centrale del Partito-. Ha visitato con piacere la mostra il Presidente della 1^ Circoscrizione Gianfranco Carboni che si è intrattenuto con gli espositori dimostrando grande disponibilità verso gli ospitati e la Sezione.(Vincenzo A. Romano)
Immagini della serata

Note dalla Nilde Iotti onlus 

Read Full Post »

2 novembre 1997   – * –   2 novembre 2007

 

Read Full Post »

L’ultima cronaca

“Nessun dorma”, Giacomo Puccini, Turandot

visita il sito Il mio concerto con Pavarotti

Read Full Post »

Approvato, dalla direzione nazionale, il sito della

«federazione di Cagliari»

 

Potrete trovarci :                     Qui

 

Oppure siamo        anche qui sul sito nazionale.

 

Auguri a tutti !

Read Full Post »

Cara dottoressa,in questo momento in cui si torna a parlare di procreazione assistita, a causa della revisione delle linee guida, colgo l’occasione per chiederle qualche chiarimento su temi che continuano a farmi pensare.
Che cosa dice la Chiesa Cattolica del prelievo del seme attraverso la masturbazione a scopo diagnostico?
Sempre secondo la Chiesa, è lecita la fecondazione omologa e, se sì, a quali condizioni?Grazie mille per il grandioso servizio che svolgete.
Paola, Treviso

Pensavo di essermi imbattuto in un sito di/ e per ritardati mentali quando la coda dell’occhio e gli abominevoli neuroni «sfacciatamente laici» mi hanno messo sull’avviso. La testata Zenit mi ricordava qualcosa insieme, naturalmente, all’ esplicazione «il mondo visto da Roma». Mi sono chiesto, ma vuoi vedere che è quella Roma. Ed avevo ragione. (altro…)

Read Full Post »